Storia dell'Autoritratto e del Selfie

Albrecht Durer |4

Albrecht Dürer · Autoritratto con fiore d’eringio · 1493 · Louvre · Paris

Albrecht Dürer · Autoritratto con fiore d’eringio · 1493 · Louvre · Paris

Nel XV secolo, sotto l’effetto di fattori distinti ma convergenti – la scoperta della prospettiva in Italia, la diffusione di nuove tecniche pittoriche nelle Fiandre, l’influsso del neoplatonismo sulle arti liberali, il clima di misticismo proposto da Savonarola – la Bellezza viene concepita secondo un duplice orientamento che a noi moderni appare contradditorio, ma che agli uomini del tempo parve invece coerente. La Bellezza è infatti intesa sia come imitazione della natura secondo regole scientificamente accertate, sia come contemplazione di un grado di perfezione sovrannaturale, non percepibile con la vista perché non compiutamente realizzato nel mondo sublunare. La conoscenza del mondo visibile diventa il mezzo per la conoscenza di una realtà soprasensibile ordinata secondo regole logicamente coerenti. L’artista è perciò al tempo stesso – e senza che questo appaia contraddittorio – creatore di novità e imitatore della natura. Umberto Eco · Storia della bellezza

.
post-shadow_thumb[2]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: