Storia dell'Autoritratto e del Selfie

Anton Pilgram

Anton Pilgram · Autoritratto · 1513 · Cattedrale di Santo Stefano · Wien

Anton Pilgram  · Autoritratto · 1513 · Cattedrale di Santo Stefano · Wien

L’augusta maestà, il senso di raggiunta perfezione che emana dalla musica del Cinquecento, si deve al felice equilibrio conseguito fra la scrittura polifonica in stile contrappuntistico e il nuovo senso dell’armonia. Quest’ultimo costituisce la nuova intuizione del secolo, ed è nella musica l’equivalente dei concetti che nell’arte, nella filosofia, nella religione e nella scienza determinarono la grande rivoluzione del pensiero del Rinascimento. E come il trapasso da una concezione trascendente della vita a una concezione immanente non fu improvviso, ma se ne possono riconoscere tracce lungo la letteratura e il pensiero dei secoli precedenti, nella crescente dignità attribuita all’uomo e nella grande scoperta della natura, così abbiam visto il senso dell’armonia fare la sua prima apparizione nelle melodie dei trovatori e poi insinuarsi nelle prime forme di polifonia, specialmente là dove la destinazione profana e popolare lasciava adito a una facile riscossa dall’indistinzione tonale della tematica gregoriana. Gli strumenti solistici più diffusi all’inizio del XVI secolo sono il liuto e l’organo. Quest’ultimo, già noto anche nelle sue forme più grandiose. La pittura ci illustra poi ogni genere di arpe, mandole, trombe, flauti, ecc., ma non è facile dire se, e in che misura, questi strumenti avessero luogo nella pratica musicale dei secoli anteriori al Rinascimento. Massimo Mila · Breve storia della musica

.Anton Pilgram · Autoritratto · 1512 · Cattedrale di Santo Stefano · Wien

Anton Pilgram  · Autoritratto · 1512 · Cattedrale di Santo Stefano · Wien

.
post-shadow

This site is protected by wp-copyrightpro.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: