Storia dell'Autoritratto e del Selfie

Francisco Goya |3

Francisco Goya · Autoritratto · 1791 · Accademia di San Fernando · Madrid

Francisco Goya · Autoritratto · 1791 · Accademia di San Fernando · Madrid

Quando il pittore, seguendo la metafora teorica dello specchio, si ritrae al lavoro, siamo dinanzi a quello che i trattatisti antichi chiamavano ingegnosa invenzione, cioè un modo brillante per esprimere, ad esempio, la minima durata temporale dell’azione, magari lo stesso tocco istantaneo che poi finirà per qualificare uno stile specifico. Il motivo dell’atelier viene spesso usato per manifestare aspetti teorici della pittura, inseriti nell’ambiente dell’artista: strumenti per lo studio della prospettiva, libri, disegni, materiale per la natura morta, riferimenti religiosi, e così via. Nell’autoritratto di Goya del 1791-92 il dipinto sul cavalletto è di spalle, avvolto nell’ombra, mentre l’artista, in controluce piena, vi sta apportando una pennellata. Si noti che l’immersione di Goya nella luce può essere la metafora dell’ispirazione creativa. Omar Calabrese · L’arte dell’autoritratto

.
post-shadow_thumb2_thumb_thumb_thumb[1]

This site is protected by wp-copyrightpro.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: