Storia dell'Autoritratto e del Selfie

Leon Battista Alberti

Leone Battista Alberti · Autoritratto · Placca di bronzo · 1435 ca · National Gallery of Art · Washington

Leone Battista Alberti · Autoritratto · Placca di bronzo · 1435 ca · National Gallery of Art · Washington

Alberti introdusse – o meglio reintrodusse – nella teoria delle arti figurative, quel che sarebbe diventato il concetto centrale dell’estetica rinascimentale, l’antico principio di convenienza, forse meglio reso dalla parola armonia (Al pittore conviensi inprima dare opera che tutti i membri bene convengano. Converranno quando et di grandezza et d’offizio et di spetie et di colore et d’altre simili cose corresponderanno ad una bellezza). Questa dottrina, ripetuta all’infinito dai seguaci dell’Alberti (per citare solo i più famosi, Leonardo e Dürer), opponeva al più vecchio postulato della verisimiglianza quello della scelta estetica e della razionalizzazione matematica, almeno per quanto riguarda l’armonia nella quantità, cioè la proporzione. Erwin Panofsky · Rinascimento e rinascenze nell’arte occidentale 

La città ideale · 1470-80? · Galleria Nazionale delle Marche · Urbino

La città ideale · 1470-80? · Galleria Nazionale delle Marche · Urbino

Io vidi già seder nell’arme irato
uomo furioso palido e tremare;
e gli occhi vidi spesso lagrimare
per troppo caldo che al core è nato.

E vidi amante troppo adolorato
poter né lagrimar né sospirare,
né raro vidi chi né pur gustare
puote alcun cibo ov’è troppo affamato.

E vela vidi volar sopra l’onde,
qual troppo vento la summerse e affisse;
e veltra vidi, a cui par l’aura ceda,

per troppo esser veloce perder preda.
Così tal forza in noi natura immisse,
a cui troppo voler mal corrisponde.

Leone Battista Alberti · Rime


Città ideale: forse di Leon Battista Alberti 

Morolli: ecco che cosa abbiamo scoperto sotto il dipinto

 

..post-shadow_thumb[2]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: