Storia dell'Autoritratto e del Selfie

Sofonisba Anguissola |3

Sofonisba Anguissola · Bernardino Campi ritrae Sofonisba Anguissola · 1554 ca · Pinacoteca Nazionale · Siena

Sofonisba Anguissola · Bernardino Campi ritrae Sofonisba Anguissola · 1554 ca · Pinacoteca Nazionale · Siena

Allieva di Bernardino Campi, ottimo pittore, non incontrò i soliti ostacoli che le donne professioniste affrontavano per farsi strada. Per essere sicuro che non perdessero tempo, il padre sistemò lei e la sorella in casa del maestro, secondo l’uso per cui i ragazzi inclinati al disegno erano collocati, come ospiti paganti, presso un pittore di grido. Amilcare [il padre] era dunque un uomo di larghe vedute, giacché chi lo assicurava che la moglie di Bernardino Campi fosse d’accordo e accogliesse volentieri due belle giovinette? Pare di sì, e del resto il cervellino freddo e le manierine dolci di Sofonisba erano un pegno di ottima riuscita. Il padre badava in casa alle altre quattro sorelle, ma aveva capito che su Sofonisba si doveva puntare. E aveva ragione. Anche Sofonisba aveva capito molte cose: che, innanzi tutto, le conveniva figurare come una damigella che dipinge, più che come una pittrice di mestiere. Inoltre che la sua bravura nel far ritratti valeva una fortuna. .Anna Banti · Quando anche le donne si misero a dipingere


Palermitana per amore

.
post-shadow

This site is protected by wp-copyrightpro.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: